top of page

PERCHÈ TUTTI GIOCANO AD AMONG US?


È come chiedere perché tutti si divertono? Considerazione e paragone forse esagerata ma in verità azzeccata al contesto in esame. Among Us è quasi il caso dell’anno dopo il Covid e l’invasione di Tik Tok sui nostri telefoni. Tanto semplice quanto coinvolgente questo giochino apparentemente sciocco e dai tratti bambineschi ha catturato milioni di utenti facendolo arrivare a picchi di quasi 1,5 milioni di download in un giorno. Non male per un gioco creato nel 2018 vero? Ma da cosa nasce tutto questo fermento e cosa cambierà nel prossimo futuro? Sicuramente avrai sentito parlare di questo titolo da diverse piattaforme come Youtube e Instagram e per i più esperti da Tik Tok e Twitch, e sono bastati questi per fare meglio di 1.000 campagne pubblicitarie.

I creatori di questo passatempo sono degli statunitensi della InnerSloth, una casa di produzione indipendente composta da sole 3 persone per un gioco che ha stravolto le regole del party game online.



Io stessa dopo la recente scoperta di questo titolo sono rimasta stupita dal fatto che fosse uscito due anni fa arrivando solo ora al successo che sta ottenendo. All'inizio la loro mole era di 50 giocatori alla volta, ora solo in questi ultimi 3 mesi, complice anche il lock down, si trovano a gestirne più di un milione al giorno su server che non reggono una tale mole, eppure il gioco ancora continua a mietere vittime…tanto per rimanere in tema.


CI SONO IMPOSTORI IN OGNI TELEFONO!

Cambiano le piattaforme ma non cambiano le metodiche, se un elemento fa tendenza l’effetto influenza è assicurato. La famosissima piattaforma streaming che vanta una foltissima schiera di game player e spettatori da ogni parte del mondo, Twitch è il focolaio da cui ha avuto tutto origine. Di fatti facendo un giro anche solo per curiosità, noterete che il 90% dei game play al momento è dedicato a questo gioco e non posso dargli torto. In passato anche io sono rimasta affascinata dalla potenza e dagli strumenti di questo spazio streaming online ed è stato qualcosa di fenomenale. Il contatto che si ha con il pubblico non ha nulla a che vedere con le sensazioni della realtà. Questa affermazione farà storcere il naso a molti ma la verità è che non vi sono confini per le numerose possibilità che Twitch offre. Ma chi è l’impostore? È questa la domanda che rimane fino alla fine di ogni partita ad Among Us. Chi sta sabotando la missione e quante vittime farà prima che venga smascherato? Il piacere spesso sta anche solo nell'osservazione di game player professionisti che davanti agli spettatori mettono in scena le loro tattiche e abilità migliori nel mentire alla squadra per non farsi scoprire. Così comunità influenza comunità e Among Us torna alla ribalta in un paio di mesi o poco più.


MA È IL GIOCO A FARE TENDENZA O È LA TENDENZA A PORTARE FAMA AL GIOCO?

La risposta sta nel game play, nel senso che lo dovete provare! È un gioco così semplice che effettivamente tutti posso giocarlo. Arrivando al nocciolo della questione questo titolo è giocabile in due modalità distinte: in un party privato con solo amici oppure online con persone sconosciute. Non voglio andare nel cuore delle regole perché potrete trovare miriadi di articoli e video in cui vengono spiegate ma il concetto fondamentale è proprio la giocabilità o più specificatamente la “semplicità” nell'approccio al gioco. L’app per telefono è gratuita, si scarica e si inizia la partita senza troppi fronzoli. Voi dovete solo sopravvivere e smascherare l’impostore oppure sabotare e eliminare gli avversari quando lo siete voi. Ci sono persone che lo associano a Lupus in Tabula ma non posso far a meno di considerarlo un modernissimo Cluedo oltre al fatto che per le sue ambientazioni mi ricorda anche La Cosa di Carpenter dove fino a l’ultimo non si sapeva di chi avesse preso l’aspetto il parassita scoperto nella base. Si innesca così un senso di paranoia e sfiducia nei confronti della propria squadra dal quale ci si guarda bene le spalle.

La verità è che è semplicemente diverte soprattutto quando si gioca in modalità privato con gli amici. La difficoltà di celare la propria identità da impostore porterà spesso a cadere in fallo e a momenti esilaranti in cui si cercherà di incolpare gli altri per non essere identificati. È proprio in questa modalità che potrete sfoggiare la vostra poker face migliore oltre a doti da mentitore che probabilmente non avreste mai pensato di avere. (È sottinteso che parlo della modalità in cui Discord la fa da supporto, altra piattaforma molto interessante che andremo ad approfondire in futuro).

Quindi se vogliamo proprio andare ad esplicare in purezza il motivo di tanta fama, forse potremmo dividere la questione in due momenti distinti. La prima fase è all'inizio della partita; qui il gioco in maniera totalmente random decide se sei in “crewmate” (squadra) o in “Impostori” e questo innesca nel giocatore un senso di dovere passivo o attivo; non posso infatti negare che lo stato mentale prima di giocare cambia totalmente e questo potrete testarlo voi stessi. La seconda fase è data dalla stessa partita in cui i sensi rimangono sempre vigili e in stato ansiogeno ma questo innesca il piacere del pericolo e dell’adrenalina. Un gioco più sfaccettato di quello che non sembra.



COLORE E SUONO; QUANDO GLI ELEMENTI VENGONO MEMORIZZATI NEL CERVELLO

L’unicità di questo tipo di giochi non sta solo nella semplicità della loro struttura ma anche in elementi molto specifici che nel momento della loro stessa creazione, probabilmente, non sono stati pensanti con la stessa potenza che assumono dopo centinaia di partite. Provo a spiegarmi meglio per quanto sia un concetto più complicato di quello che non sembra. Gli effetti sonori, come anche i colori e le animazioni di Among Us sono estremamente facili da memorizzare, di una facilità tale che diventano parte della memoria collettiva ed è facile associarli a diverse situazioni che possono capitarci durante la vita quotidiana, l’esempio più vicino sono i “Jingle” di TikTok. Quante volte è capitato che ci risuonasse in testa quel dato pezzo immaginando un balletto in quella stessa situazione? Prendo ad esempio anche un altro elemento sonoro che è diventato icona della storia dei videogiochi cioè il suono di allerta quando le guardie di Metal Gear Solid si accorgevano della presenza di Sneak!

Qui si attua quasi la medesima situazione fino a quando la cosa non diventa estenuante e nauseante o almeno fino a quando la InnerSloth non rilascerà degli aggiornamenti per il gioco. Rimanendo comunque in tema è chiaro che questi elementi sono gli ingredienti perfetti per generare meme e parodie che si diffondo ancora più in fretta degli stessi game play, quindi è quasi assodato che voi abbiate sentito comunque parlare di questo gioco proprio attraverso i suoi meme.

MA QUINDI NON SI GIOCHERà PIÙ AL TAVOLO?

Giocare ripetutamente è abbastanza facile. Ogni partita dura fra i 5 e i 10 minuti massimi e la sfida di scoprire o non farsi scoprire è davvero inebriante. Paradossalmente è anche un modo per incontrarsi fra amici. Potrei dire che ha la stessa valenza delle serate intorno ad un gioco da tavolo ma in questo caso con dinamiche tutte online. Non posso andare approfonditamente nel caso dei party game online perché non ne ho ovviamente le capacità, ma sicuramente questo giochino mi ha aperto gli occhi su alcune dinamiche molto interessanti che non avevo ancora mai valutato.

I giochi da tavolo sono un evergreen per eccellenza e come i libri, nonostante gli e-book, si continueranno a giocare tutti insieme intorno ad un tavolo perché il gusto di toccare delle pedine e spostarsi su una mappa ha ancora il suo grande fascino oltre che carattere nostalgico. I party game esistono da tempo in realtà, ma non sono tutti così di facile fruizione come Among Us o simili. Del resto alcuni dei party game più famosi nella storia rimangono ancora Mario Party, Wii Sport e Rayman Raving Rabbidts, tutti in settori diversi ma comunque con la stessa radice di appartenenza: divertirsi insieme. Sicuramente però questa alternativa online sta diventando sempre più accessibile e facile per tutti, supportata da un semplice telefono e una buona connessione.

Penso comunque a tutte gli amici lontani che non possono vedersi ma che ritrovano in questo passatempo un modo per ricontrarsi, e spero che in futuro arrivino altri party game simili per ampliare la lista di titoli adatti a tutti. Non bisogna necessariamente avere una consolle di ultima generazione o essere un grande cecchino per poter apprezzare i piaceri dello giocare online insieme. Se durante il lock down abbiamo consumato giga in video chiamate, non vedo come questo nuovo aspetto non possa essere una valida alternativa per condividere del tempo con gli altri.

Per tutti i curiosi in merito in ogni caso mi sento libera di consigliare questo gioco, primo motivo perché creato da sviluppatori indipendenti mettendo innanzi a tutto una loro passione prima di un possibile guadagno, e questo lo dimostra il fatto che per due anni è rimasto praticamente nell'ombra e secondo motivo perché è un modo diverso per incontrarsi con il gli amici. Potrebbe diventare sicuramente una nuova prospettiva dell’intrattenimento in una realtà che rincorre online solo fama e presenza scenica. Voi cosa ne pensate? lo avete provato? Se si, sentiamoci su Discord che facciamo una partita insieme!


86 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comentarios


bottom of page